l’idea del festival

Alfabeti. Parole che affiorano si propone di tracciare, da venerdì 1 a domenica 3 giugno 2018, a Fiorano Modenese (MO), una mappa culturale composta da singole parole.
Parole in qualche modo necessarie, parole ‘urgenti’ che, appunto, affiorano dal dibattito e dalla sensibilità comune, ‘portate’ al Festival da autori e interpreti del nostro Tempo che ci aiuteranno a conoscerle e a declinarle meglio.
Una quindicina di relatori (del calibro di Umberto Galimberti, Vito Mancuso, Alessandro Bergonzoni) tratteranno ognuno la parola – nell’ambito della letteratura e della filosofia ma anche dell’arte, dell’economia e della più varia attualità – che meglio li identifica.
Le conferenze si terranno su due palchi allestiti uno nella centrale piazza Menotti di Fiorano, l’altro nel piazzale della Basilica della Beata Vergine del Castello, lontana 200 metri, per permettere la visita al Borgo storico e alla Basilica stessa.
Saranno organizzati laboratori per bambini alla Biblioteca-Ludoteca e spettacoli serali.
In piazza Menotti sarà allestita una libreria con biblioteca ragionata sui temi e gli autori presenti al Festival. Una Cambusa con cucina e spazio degustazione proporrà piatti/parola.
Alfabeti. Parole che affiorano è organizzato in collaborazione con il Comune di Fiorano Modenese.
“Un evento per e della comunità, con obiettivo la rivitalizzazione degli spazi urbani per alimentare un’identità comunitaria”, come ha scritto il sindaco di Fiorano nel motivare il sostegno al Festival.