Giuseppe Lupo

È nato in Lucania e vive in Lombardia, dove insegna letteratura italiana contemporanea presso l’Università Cattolica di Milano.
Per Marsilio ha pubblicato i romanzi L’americano di Celenne (2000; Premio Giuseppe Berto, Premio Mondello, Prix du premier roman), Ballo ad Agropinto (2004), La carovana Zanardelli (2008; Premio Grinzane Cavour-Fondazione Carical, Premio Carlo Levi), L’ultima sposa di Palmira (2011; Premio Selezione Campiello, Premio Vittorini), Viaggiatori di nuvole (2013; Premio Giuseppe Dessì), Atlante immaginario (2014), L’albero di stanze (2015; Premio Alassio Centolibri, Premio Frontino-Montefeltro, Premio Palmi) e Gli anni del nostro incanto (2017). È autore di numerosi saggi e collabora al “Sole 24 Ore” e “Avvenire”.

Sabato 2 giugno 2018 | ore 16.00

Rapidità

“(…) ci rammarichiamo di essere condannati a muoverci in una stagione dove la rapidità del centrometrista ha la meglio sul fiato profondo del maratoneta. Sentiamo di aver smarrito la dimensione leggendaria del mondo, il fascino della memoria lunga e dilatata, in cui dimorano i padri, i nonni, i bisnonni, che al nostro cospetto sono archetipi di una maestosa civiltà, giganti ai confini di una Storia lenta e irripetibile, dove anche il più piccolo e insignificante degli spostamenti (la partecipazione a una fiera, la visita a un santuario, un pranzo di nozze o di battesimo) apparteneva all’ordine delle cose memorabili.”

Biblioteca BLA a Fiorano Modenese
In caso di maltempo le lezioni nei pressi della Biblioteca si terranno all’interno.

5 parole dalle lezioni americane di Italo Calvino | Lezioni magistrali