Umberto Galimberti

Ha insegnato Filosofia della storia, psicologia generale e psicologia dinamica all’Università “Ca’ Foscari” di Venezia. È membro ordinario dell’International Association of Analytical Psychology. Fissando il proprio sguardo filosofico sui confini tra ragione e follia, nei suoi studi ha indagato con metodo genealogico le nozioni di simbolo, corpo e anima, rendendo visibili le tracce del sacro che persistono nella nostra civiltà dominata dalla tecnica. Tra i suoi libri recenti: I miti del nostro tempo (Milano 2009); Il cristianesimo. La religione dal cielo vuoto (2012) La parola ai giovani (2018) Nuovo Dizionario di psicologia, psichiatria, psicoanalisi, neuroscienze (2018). L’editore Feltrinelli pubblica l’edizione delle sue Opere.

Venerdì 1 giugno 2018 | ore 18.00

Amore

“Amore non è una cosa tranquilla, non è delicatezza, confidenza, conforto. Amore non è comprensione, condivisione gentilezza, rispetto, passione che tocca l’anima o che contamina i corpi. Amore non è silenzio, domanda, risposta, suggello di fede eterna, lacerazione di intenzioni un tempo congiunte, tradimento di promesse mancate, naufragio di sogni svegliati. Amore è violazione dell’integrità degli individui, è toccare con mano i limiti dell’uomo.”

Piazza Ciro Menotti a Fiorano Modenese
In caso di maltempo le lezioni di Piazza Menotti si terranno nel Teatro Astoria.

Lezioni magistrali