Azzurra D’Agostino

È nata a Porretta Terme, sull’Appennino Tosco-Emiliano. Ha pubblicato le raccolte di poesia D’in nci un là (I Quaderni del battello ebbro 2003); Con Ordine (Lietocolle 2005); D’aria sottile (Transeuropa 2011 – selezione Premio Viareggio); Versi dell’abitare (Marcos y Marcos 2012); Canti di un luogo abbandonato (SassiScritti 2013 – menzione speciale Premio Marrazza e vincitore Premio Carducci 2014); Quando piove ho visto le rane (Premio Ciampi Valigie rosse). Nel 2016 ha curato insieme a Francesca Matteoni il volume Un ponte gettato sul mare, un’esperienza di poesia nei centri psichiatrici (Perda Sonadora Imprentas). Nell’autunno 2016 è uscito il volume Alfabetiere privato (Pordenonelegge-Lietocolle, finalista Premio Carducci 2017) e nel dicembre 2016 la traduzione dal tedesco, con Marianne Schneider, del radiodramma su Hölderlin dal titolo Hölderlin/Scardanelli (Mimesis edizioni). Nel corso del 2018 due suoi testi  usciranno come albi illustrati per la casa editrice Fatatrac.
(foto Fabio Sebastiano)

Domenica 3 giugno 2018 | ore 15.00

Visibilità

“Il poeta si vede poco, sempre da distante. Scantona dalla strada e non è rassicurante.”

Biblioteca BLA a Fiorano Modenese
In caso di maltempo le lezioni nei pressi della Biblioteca si terranno all’interno.

5 parole dalle lezioni americane di Italo Calvino | Lezioni magistrali