canzoni di Calvino e dintorni

Francesco Pelosi e Rocco Rosignoli

Nel secondo dopoguerra l’industrializzazione arriva in Italia, travolgendo uno stile di vita legato al lavoro agricolo e portando verso la città, nuovo polo del lavoro, una gran parte della popolazione. Contemporaneamente gli intellettuali iniziano a capire l’importanza profonda dei mezzi di comunicazione di massa. La canzone, già veicolo di propaganda durante il ventennio fascista, ha mostrato tutta la sua forza durante la lotta partigiana. Tra gli anni ’50 e gli anni ’60 saranno molti i letterati italiani che si cimenteranno con questa forma d’arte: partendo da Calvino e dalla sua collaborazione con i Cantacronache, gruppo di ricercatori-esecutori torinese, i cantautori Francesco Pelosi e Rocco Rosignoli racconteranno e canteranno le esperienze in canzone di diversi scrittori italiani, da Fortini a Pasolini passando per Cesare Pavese.

Francesco Pelosi, cantante e autore, è nato a Parma l’1 novembre 1984. Frontman dei Merovingi, gruppo Indie Rock Post-Antico (finalisti a Rock Targato Italia 2016), è interprete di canzoni proprie e di brani del repertorio popolare. Scrive e rappresenta opere teatrali e musicali per l’infanzia e performance tra canzone e poesia. Nel 2017 vince il Premio Giovanna Daffini dedicato ai nuovi cantastorie. A ottobre 2017 è uscito il suo primo disco, Il rito della città, con la produzione artistica di Rocco Marchi (L’Orchestrina di Molto Agevole, Alessio Lega, Mariposa).

Rocco Rosignoli è un cantautore, polistrumentista, compositore e arrangiatore di Parma. Ha al suo suo attivo quattro dischi solisti e numerose collaborazioni. Si esibisce dal vivo con Lee Colbert, cantante della Moni Ovadia Stage Orkestra; collabora stabilmente con il cantautore Alessio Lega, Targa Tenco 2004. Passa con disinvoltura dalla chitarra al violino, dal mandolino al bouzouki greco, passando per l’oud arabo e perfino per la fisarmonica. Ha lavorato in teatro come musicista e attore. Dirige il Coro dei malfattori di Parma. Presso il Museo Ebraico Fausto Levi di Soragna (PR) conduce il laboratorio musicale SHIR!, dedicato alla musica di matrice ebraica.

(foto di Rosignoli di Pietro e Aurora Zatti, foto di Pelosi di Lelanonstudio.
Rielaborazione grafica Avenida)

Sabato 2 giugno 2018 | ore 20.30
Sala del Caffè del Teatro in piazza Menotti a Fiorano Modenese